Lunedi 21 Maggio @Cinema Aquila SERATA DI CHIUSURA

LUNEDI 21 MAGGIO

H 20.30 al CINEMA AQUILA, SERATA DI CHIUSURA del festival

:MEMORIE, la storia delle cose a venire

 

PROGRAMMA

H 20.30

READING con GISELDA VOLODI

Due diari inediti, tratti dalla collana DIARI DEL NOVECENTO di Stefano Grossi: Isabella Grassi (Diari 1920-21), Katherine Mansfield (Diari, 1917)

IL LORO NATALE di Gaetano Di Vaio.

Italia 2010, durata: 1h e 13’ (TRAILER)

Il loro Natale è un percorso nella quotidianità delle donne dei detenuti nelle carceri di Napoli, in un momento dell’anno simbolico come il Natale. Il film racconta le storie di queste donne; storie di solitudine e dignità, di difficoltà quotidiane. Maddalena e Mariarca, Titina e Stefania, giornate fatte di cura per la casa e per i figli, e scandite da una necessità ulteriore, l’attenzione per i mariti che seppure “chiusi” in un altro luogo, sono presenti in ogni momento, con la loro assenza. Si prepara il “pacco”, si rimediano i soldi da lasciare “alla porta”, si cerca la solidarietà nelle relazioni di vicinato e ci si prepara per i faticosi colloqui settimanali. Di queste cose è fatta la vita delle nostre donne, in tutti i momenti dell’anno, anche quando la festa del Natale è alle porte.

Il film è stato selezionato da  ‘CONTROCAMPO ITALIANO’ nell’ambito della 67° MOSTRA DI VENEZIA

H 22.30

Proiezione delle clip video tratte da i DIARI DEL NOVECENTO:

Sibilla Aleramo (Dal mio diario: 1940-1945). L’alba del XX secolo rivissuta da Sibilla Aleramo allo scoppio della II Guerra Mondiale. Legge: Sabrina Impacciatore.

Catherine Robbe-Grillet (Giovane sposa, diario 1957-1962) Il lucido resoconto di un delirio amoroso: tra impotenza, onnipotenza e crudeltà. Legge: Cinzia Mascoli.

A seguire

Secondo spettacolo con replica del film documentario IL LORO NATALE di Gaetano Di Vaio

Nota del regista Stefano Grossi per la chiusura del festival

C’è qualcosa, nella storia, che resiste ad ogni tentativo di manipolazione o di revisionismo: la memoria individuale, la vita vissuta delle persone. Con i Diari del Novecento ho provato a raccontare la storia del ventesimo secolo attraverso i diari di alcuni dei suoi protagonisti o anche di semplici testimoni di qualcosa di molto più grande di loro.
Voglio ringraziare Massimo Vattani per l’opportunità che ha concesso ai miei Diari di essere visti in un contesto a loro particolarmente favorevole: il Cinema Nuovo Aquila di Roma, un luogo in cui è ancora possibile vedere qualcosa di realmente “diverso” rispetto alla media della programmazione cinematografica attuale, con un pubblico estremamente consapevole, motivato e affamato di novità. Non è poco.
Quello che mi auguro, nel corso della prossima edizione di Contest, è di potere presentare una nuova edizione aggiornata dei Diari del Novecento: ci sono ancora, nel mio archivio personale, decine e decine di pagine di memorie individuali della grande storia del Novecento che aspettano solo di essere riportate alla luce e presentate al pubblico, con tutto il loro prezioso carico di conoscenza e di memoria.
Roma, 21 maggio 2012
Stefano Grossi

—–

Contest 2012 – Il documentario in sala è prodotto da: Lab Novecento e Nuovo Cinema Aquila

Con il sostegno di: Assessorato alle Politiche Culturali della Provincia di Roma

Con il patrocinio di: Doc It e AAMOD

In collaborazione con: VOSTOK Film, Rarovideo, Minerva Pictures, Rai Trade, Felix Film

Direzione artistica: Massimo Vattani

Annunci

alcuni scatti dalla serata del 24 aprile con Marco Bellocchio

FOTOGRAFIE DI LAURA LAAKSO

Domenica 6 e Lunedi 7 Maggio // Nuovo Cinema Aquila

Il penultimo appuntamento del Contest di quest’anno, ci regala la possibità di conoscere e incontrare uno degli artisti più eclettici che si sono succeduti nel corso di questa rassegna, Cosimo Terlizzi nato a Bitonto nel 1973, è un artista visuale, che si dedica all’approfondimento di vari media usati nell’arte audiovisiva. Realizza opere in fotografia ed in video. Lo incontriamo nella sue veste di regista a presentare il suo ultimo documentario _Folder e per gli appassionati del documentario la sua presenza a Roma è un occasione irripetibile non solo per assistere al suo ultimo lavoro ma anche per conoscere una parte significativa della sua filmografia, che sarà proiettata il giorno 4 Maggio al Kino.

La proiezione del documentario sarà preceduta da due clip tratte da I Diari del Novecento di Stefano Grossi.

Elio Germano  interpreta Kurt Cobain da DIARI

Resoconto in stile grunge del clima esaltato negli Usa al termine della I guerra del Golfo, 1991.

Gisela Volodi interpreta Toni Maraini  da Diario di viaggio in America

Viaggio nella paranoia quotidiana di una nazione costretta a sentirsi perennemente in guerra.

Folder è l’archivio personale in cui Cosimo Terlizzi ha inserito i ricordi di un anno: video, fotografie e collegamenti via chat; l’archivio diventa un film. Attraverso questo archivio l’autore si muove alla ricerca della propria identità, del proprio luogo d’appartenenza, in una dimensione storica tesa e precaria. E’ un film che parla di vite che si consumano in viaggio da una capitale all’altra attraverso una dimensione ideale, un’estrema mobilità una mobilità low-cost di una generazione esplosa i cui pezzi sparsi sono raccolti da Cosimo con l’intento di ricomporre gli aspetti di una celata realtà. Come davanti ad un enorme puzzle disfatto dove ogni elemento è mescolato a caso tra i numerosi e differenti pezzi che lo compongono.

Contest 2012 – Il documentario in sala è prodotto da: Lab Novecento e Nuovo Cinema Aquila

Con il sostegno di: Assessorato alle Politiche Culturali della Provincia di Roma

Con il patrocinio di: Doc It e AAMOD

In collaborazione con: VOSTOK Film, Rarovideo, Minerva Pictures, Rai Trade, Felix Film

Direzione artistica: Massimo Vattani

MARTEDI 24 APRILE @cinema Aquila Roma

Martedi 24 aprile
Ore 21.30 Sala 1 Nuovo Cinema Aquila

“Sbatti il mostro in prima pagina” di Marco Bellocchio dopo 40 anni dalla sua uscita risulta un film profetico (tristemente): nell’era delle macchine del fango che imperversano sui media è quindi ancora più interessante la sua uscita in dvd proposta da RaroVideo. Durante la campagna elettorale un fatto di cronaca scuote la coscienza civile: lo stupro e l’assassinio di una sedicenne viene sfruttato per motivi politici da un quotidiano della destra, che monta il caso (senza prove) contro un rappresentante della sinistra extraparlamentare.

Saranno ospiti in sala MARTEDI 24 dalle ore 20.45: Gianluca Curti, Bruno di Marino e il maestro Marco Bellocchio ad incontrare il pubblico

Il film sarà preceduto alle 20.45  da una clip dei Diari del Novecento
Fatos Lubonja  (Diario di un intellettuale in un gulag albanese)
La realtà paradossale e atroce della comune prigionia di carcerieri e vittime in un gulag.
E alle ore 21.00
Reading di Stefano Abbati, dal libro di Pietro Valpreda
E’ LUI!  DIARIO DALLA GALERA (1969-1972)
QUELLO CHE PUO’CAPITARE A UN CITTADINO ITALIANO CON IDEE UN PO’ DIVERSE

Il reading di martedì 24 aprile (associato alla proiezione del film di Marco Bellocchio Sbatti il mostro in prima pagina) parte da un libro d’eccezione, un libro ormai introvabile, se non in qualche libreria anarchica. Un libro sacrificato alla Ragion di Stato e mandato al macero nel 1975, dunque un libro fisicamente distrutto, in modo che non ne rimanesse memoria. E quindi un libro che non può mancare di essere rievocato all’interno del nostro Contest 2012: dove la memoria è quella delle cose a venire.
Il nostro auspicio, infatti, è che qualche editore lungimirante e di buona volontà si voglia prendere la briga, l’onere e l’onore di rieditarlo, questo libro, e riportare così alla luce il suo carico di storia e di memoria individuale e collettiva, sottraendolo all’oblio e facendo sì che il maggior numero di persone (soprattutto giovani, soprattutto ragazzi e ragazze, le ”memorie a venire” di cui si parlava poco fa) possano leggerlo e possano rivivere nelle sue pagine l’esperienza di Pietro Valpreda, “un cittadino italiano con idee un po’ diverse”.

Contest 2012 – Il documentario in sala è prodotto da: Lab Novecento e Nuovo Cinema Aquila
Con il sostegno di: Assessorato alle Politiche Culturali della Provincia di Roma
Con il patrocinio di: Doc It  e AAMOD
In collaborazione con: VOSTOK Film, Rarovideo, Minerva Pictures, Rai Trade, Felix Film
Direzione artistica: Massimo Vattani

LUNEDI 2 APRILE

:MEMORIE la storia delle cose a venire

LUNEDI 2 APRILE

PROGRAMMA DELLA SERATA

Ore 20.30

Diari del Novecento proiezione delle clip:

Giuseppe Battiston interpreta Lev Tolstoj da Diario, 1905

Gianmarco Tognazzi interpreta Nikolaj Romanov da Diari dell’ultimo zar, 1917

Elio Germano interpreta Mihaly Samson da La rivolta di Budapest, Diario, 1954

H 21.00 Proiezione di NON HO TEMPO di Ansano Giannarelli

Italia, 1971-1972, 105’

Soggetto liberamente tratto dal libro “Tredici ore per l’immortalità” di Leopold Infeld, sulla breve esistenza del matematico francese Évariste Galois e sulla sua misteriosa morte.

Sceneggiatura Ansano Giannarelli, Edoardo Sanguineti

Lunedi 26 Marzo @ Cinema Aquila

Continua la rassegna :MEMORIE, la storia delle cose a venire

Con la preziosa partecipazione di PATRIZIA PICCININI in un reading sul palco del CINEMA AQUILA

PROGRAMMA DELLA SERATA

Ore 20.30

Per la raccolta Diari del Novecento diretto da Stefano Grossi

proiezione della clip: Patrizia Piccinini interpreta Alda Merini da Diario dal manicomio, 1965-1972.

Ore 21.00 READING

PATRIZIA PICCININI legge Alda Merini da L’altra verità, diario di una diversa.  L’esperienza del manicomio e della malattia mentale di Alda Merini, 1965.

«Ho la sensazione di durare troppo, di non riuscire a spegnermi: come tutti i vecchi le mie radici stentano a mollare la terra.
Ma del resto dico spesso a tutti quelli che quella croce senza giustizia che è stato il mio manicomio non ha fatto che rivelarmi la grande potenza della vita
da La pazza della porta accanto

Un fotogramma della Clip

Ore 21.30

Proiezione di LASCIANDO LA BAIA DEL RE di Claudia Cipriani Italia, 2011, 77’

L’autrice sarà in sala ad introdurre il film

Cosa succede se un’insegnante decide di filmare i suoi allievi durante le ore di lezione? E se un’allieva decide di filmare l’insegnante? È quello che accade nel quartiere popolare “Baia del Re”. Lì i destini di una ragazzina e della sua “educatrice” s’incrociano, trasformando il ritratto di una strana comunità nella storia della catarsi da una tragica perdita. Il racconto di un’amicizia nata da un insolito modo di insegnare si trasforma in un viaggio da un luogo della periferia milanese, chiamato Baia del re, a un luogo del Polo Nord che ha lo stesso nome.

Recentemente proiettato a SGUARDI ALTROVE, appuntamento milanese
di spicco di opere cinematografiche e audiovisivi a regia femminile e premiato come miglior documentario assegnato dalla Giuria giovani e con la menzione speciale della Giuria del concorso documentari.

Contest 2012 – Il documentario in sala è prodotto da:
Lab Novecento e Nuovo Cinema Aquila
Con il sostegno di:
Assessorato alle Politiche Culturali della Provincia di Roma
Con il patrocinio di: Doc Ite AAMOD
In collaborazione con: VOSTOK Film, Rarovideo, Minerva Pictures, Rai Trade, Felix Film

Annunci